20 motivi per cui prurito al cuoio capelluto (oltre ai pidocchi)

20 motivi per cui prurito al cuoio capelluto (oltre ai pidocchi)

macchie rosse pruriginose sulla pelle del braccioChuck Wagner/Shutterstock

scabbia

Se non sono i pidocchi, potresti desiderare che lo fosse quando verrai a conoscenza della scabbia, cosa che secondo il Dr. Khatri può causare prurito non solo sul cuoio capelluto, ma anche su tutto il corpo. La scabbia del cuoio capelluto non è comune e di solito colpisce le persone con un sistema immunitario compromesso.

La scabbia è un’infestazione dell ‘”acaro del prurito umano” (noto anche comearchopti scabbia var. hominis). Gli acari della scabbia si insinuano nello strato superiore della pelle, dove vivono e depongono le uova, secondo il CDC. Il microscopico acaro della scabbia si trasmette quasi sempre per contatto diretto e prolungato pelle a pelle con una persona già infestata. La scabbia negli adulti è spesso acquisita sessualmente, sebbene possa anche essere trasmessa senza contatto sessuale in ambienti affollati, comprese case, case di cura, strutture di assistenza a lungo termine, centri diurni e carceri.

forfora sulle spalle della ragazzaPimonpim con Shutterstock

Forfora

Quindi diciamo che hai escluso pidocchi e scabbia. Se stai ancora chiedendo “perché il mio cuoio capelluto prude”, allora la forfora è il tuo colpevole più probabile. O, più specificamente, la dermatite seborroica, che è considerata una forma grave di forfora causata dalla reazione eccessiva del corpo al normale lievito che vive nella pelle, secondo Jennifer Haley, MD, un dermatologo certificato a Scottsdale, in Arizona. La forfora colpisce circa il 40% delle persone e tende ad andare e venire nel corso della vita. “I cambiamenti climatici, lo stress e l’aumento dello zucchero nella dieta possono portarlo al culmine”.

I rimedi da banco includono prodotti che contengono il principio attivo, acido salicilico (come Neutrogena T/Sal Shampoo) e prodotti che contengono antimicotici, come ketoconazolo o solfuro di selenio (Selsun Blue Shampoo contiene quest’ultimo). I rimedi naturali per la forfora includono l’olio dell’albero del tè. E un prodotto chiamato Scalpicin può aiutare a ridurre il prurito, ha affermato il dott. Haley consiglia. Se i rimedi da banco non risolvono il problema, consulta un dermatologo certificato che non solo può prescrivere farmaci antinfiammatori steroidei, ma anche determinare se qualche altra condizione sta causando i sintomi del prurito al cuoio capelluto. Se senti prurito, scopri le 5 cause più comuni della forfora.

Stilista di parrucchiere che mescola la tintura con la ragazza in backgroundRobert Przybysz/Shutterstock

Reazione allergica

Se ti sei tinto di recente i capelli, è possibile che tu abbia un’allergia alla tintura. Questo è vero anche se hai già utilizzato il prodotto senza incidenti. “Se il colore dei capelli è temporaneo o semipermanente, può essere lavato via”, spiega Joshua Zeichner, MD, dermatologo certificato dal consiglio di amministrazione e direttore della ricerca clinica e cosmetica presso il Mount Sinai Hospital di New York, “ma se è permanente colorante , che presenta una situazione più impegnativa, anche se sul mercato esistono prodotti in grado di rimuovere completamente il colorante permanente”.

“Le persone possono avere una reazione qualsiasi cosa lo mettono sul cuoio capelluto, dallo shampoo alla tintura per capelli e Rogaine”, sottolinea il dott. Haley. “E non dimenticare i trattamenti alla cheratina per lisciare i capelli”, aggiunge il dott. Piccolo.

Per identificare il prodotto o l’ingrediente colpevole suggerisce Tsippora Shainhouse MD, un dermatologo certificato a Beverly Hills e istruttore clinico presso l’Università della California meridionale, prova a utilizzare un prodotto alla volta per una settimana alla volta, piuttosto che combinarne molti in una volta . allo stesso tempo.” E poi, mentre il cuoio capelluto sta guarendo, scegli solo formulazioni per pelli delicate e sensibili.

Leave a Reply

Your email address will not be published.