Cosa dire alle persone che ti spingono addosso il cibo

Cosa dire alle persone che ti spingono addosso il cibo

La maggior parte degli spacciatori di cibo è ben intenzionata se fuorviata, ma altri potrebbero cercare di ferirti o sabotarti. Ecco i suggerimenti degli esperti per affrontare ogni tipo di situazione di spinta alimentare che potresti incontrare quest’anno.

cibi festivi

“Sono le vacanze. Lascia perdere un po’!”

“Un drink non distruggerà la tua dieta!”

“Devi mangiare di più; sei troppo magro!”

“Prova solo un boccone. Ho lavorato tutto il giorno a cucinarlo. Ti prometto che lo adorerai!”

Se hai condiviso un pasto con altri, è probabile che tu abbia sentito qualcuno cercare di spingere qualcun altro a mangiare o bere. E le vacanze sono il momento migliore per “spingere il cibo”.

La stagione delle vacanze è spesso una sfilata di pasti ricchi, prelibatezze e bevande traboccanti, che ti tentano non solo a concederti cibi poco salutari, ma anche a mangiare troppo.

Esagerare per propria scelta è una cosa. Tuttavia, a volte le persone mangiano troppo o mangiano cibi che non vogliono perché si sentono spinte a farlo da altri, dice Susan Albers, psicologa della Cleveland Clinic specializzata in problemi alimentari e autrice di sette libri sul mangiare consapevole.

Questi “spacciatori di cibo” possono farti sentire stressato, ansioso, attaccato, arrabbiato e/o dispiaciuto. In alcuni casi, potrebbe anche farti evitare di partecipare a determinate funzioni.

(Nel frattempo, usa queste 29 semplici tecniche per ridurre lo stress e l’ansia delle vacanze.)

distribuire dolci tradizionali a natale

gpointstudio/Getty Images

Perché le persone spingono il cibo agli altri?

Ci sono molti rituali sociali, ricordi ed emozioni che accompagnano il cibo e le feste, quindi non sorprende che le persone siano più interessate a farti mangiare in occasioni speciali.

“Il cibo è un ottimo connettore. Può essere un’espressione di amore e un modo per rafforzare i legami”, afferma il dott. alberi.

Tuttavia, non spingere tutto il cibo è fatto in buona fede, e ci sono sette ragioni principali per cui le persone dicono agli altri come mangiare, afferma lo psicologo Jeff Gardere, professore associato e direttore del corso di medicina comportamentale al Touro College di New York.

gentilezza

Dare da mangiare agli altri è un modo molto importante per mostrare cura. Può essere difficile sentirsi in questo momento, ma la persona che cerca di spingerti a mangiare qualcosa probabilmente ha buone intenzioni.

interesse

Alcuni cari potrebbero essere preoccupati quando vedono che non stai mangiando. Potrebbero essere preoccupati che tu sia troppo restrittivo o esigente, e questo sta mettendo a dura prova la tua salute mentale o fisica. (Queste preoccupazioni non sono sempre corrette, ma se ciò accade spesso o deriva da qualcuno che rispetti veramente, potresti voler considerare se le tue preoccupazioni sulla tua salute sono giustificate.)

gelosia

Alcune persone vedono la dieta o la perdita di peso come una competizione. Raramente, le persone possono tentare di sabotare i tuoi tentativi di diventare più sani facendoti mangiare troppo o infrangendo i tuoi obiettivi. È un tentativo di impedire loro di avere successo quando sentono di non esserlo.

moralità sbagliata

Il cibo è cibo, ma molte persone sono arrivate ad associare determinati alimenti all’essere “buoni” o “cattivi”. Quindi, se sei “gentile” nel rinunciare a un trattamento malsano, potrebbero sentirsi “cattivi” e volerti convincere a unirti a loro per sentirsi meglio.

tradizione

In molte culture, alcuni cibi sono una parte importante delle tradizioni delle feste. Quando ti rifiuti di mangiare un determinato cibo, i tuoi cari potrebbero vederlo come un rifiuto di partecipare alle tradizioni familiari.

convalida

Qualcuno che ha fatto un notevole sforzo per cucinare qualcosa potrebbe costringerti a mangiarlo come un modo per convalidare il tuo duro lavoro e le tue abilità culinarie.

esperienze diverse

Qualcuno che ti spinge a mangiare qualcosa potrebbe semplicemente non capire i tuoi sentimenti su determinati cibi. Ad esempio, potresti sapere che un drink ti farà impazzire, ma poiché non è un problema per loro, non capiscono perché è un problema per te.

(Dai il buon esempio dando questi doni alimentari sani che non sono torte di frutta.)

Cosa dire alle persone che ti spingono addosso il cibo durante le vacanze

Gentilezza, cortesia ed empatia fanno molto per risolvere i problemi durante le vacanze. Ecco alcuni suggerimenti dei nostri esperti per aiutarti ad affrontare tutti i tipi di situazioni di spinte alimentari che potresti incontrare quest’anno.

Conosci i tuoi limiti in anticipo

Decidi cosa vuoi avere e cosa vuoi evitare prima di andare a qualsiasi riunione festiva. In questo modo non dovrai decidere subito. Rispetta i tuoi limiti.

Esempio: “Prenderò dell’acqua frizzante stasera, grazie!”

(Vedi come impostare i limiti.)

Riconosci l’amore dietro la richiesta

Molti spacciatori di cibo stanno semplicemente cercando di esprimere il loro amore attraverso il cibo. Riconoscere questo li aiuterà a sentirsi amati indipendentemente dal fatto che tu mangi o meno il cibo.

Esempio: “Ti sei ricordato quanto amo il tuo brie al forno, e questo significa molto per me! Passerò ora, ma sei così premuroso e adoro passare il Ringraziamento con te”.

prova un po’ di umorismo

Donna che ride mentre si siede al tavolo per la cena di Natale

Klaus Vedfelt/Getty Images

La risata è il miglior lubrificante sociale, quindi cerca di rispondere con leggerezza.

Esempio: “Accidenti, a meno che tu non ti offra di essere il mio nuovo personal trainer e di affrontare la mia schiena sudata per il prossimo mese, è meglio che finisca in pochi secondi”.

lodare il capo

Se qualcuno ha lavorato sodo per preparare un pasto speciale per te, è educato provare un boccone o due, ma se davvero non vuoi o se fa male alla tua salute, va bene lodare e lasciar perdere.

Esempio: “Questa torta sembra un’opera d’arte e sono sicuro che ha un sapore incredibile! Sei un fornaio così talentuoso e non vedo l’ora di provare di nuovo il tuo cibo.

sii sempre politico

Anche se pensi che le intenzioni di qualcuno non siano buone, come un fratello geloso che cerca di farti sembrare cattivo, rispondi come se le sue intenzioni fossero buone. Sembrerai la persona migliore e non sapranno di essere sotto la tua pelle.

Esempio: “Grazie mille per aver pensato alla mia salute, significa davvero molto per me! Quindi sono sicuro che capirai perché devo passare questa volta”.

Stai bene con un po’ di imbarazzo

Dire di no è scomodo per la maggior parte delle persone e un modo per affrontarlo è semplicemente riconoscerlo.

Esempio: “Questo cibo sembra davvero delizioso e non voglio offenderti, ma questa volta passerò. Spero che tu capisca.”

Essere onesti

A volte i tuoi cari spingono via il cibo perché non capiscono perché stai dicendo di no. Non devi loro una spiegazione, ma a volte far loro sapere perché è importante per te può aiutare a sistemare le cose.

Esempio: “Ho lavorato molto con il mio nutrizionista per gestire il mio diabete e i cibi zuccherati sono un grande fattore scatenante, quindi apprezzerei se non mi portassi dei dessert”.

…o dire una bugia bianca

Mentire non è una buona strategia, specialmente quando si parla con i propri cari, ma a volte una bugia bianca può darti una via d’uscita risparmiando i sentimenti dell’altra persona.

Esempio: “Scusa, ho mangiato prima di venire e sono così pieno! La prossima volta mi piacerebbe provare la loro torta alla frutta.”

(Questo è il modo per smettere di piacere alle persone.)

Offri un modo alternativo per festeggiare

due amici guardando i cappelli al mercatino di natale

Betsie Van der Meer/Getty Images

Il cibo non è l’unico modo per festeggiare insieme, quindi se qualcuno vuole usare il mangiare o il bere come un modo per connettersi, puoi provare a suggerire un’attività diversa.

Esempio: “Invece di uscire per il brunch, e se passeggiassimo per il mercatino di Natale?”

chiedere il loro aiuto

Alla gente generalmente piace aiutare, specialmente durante le vacanze. Fai sapere loro come possono aiutarti a supportarti.

Esempio: “Sono così vicino ai miei obiettivi di perdita di peso! Significherebbe molto per me se potessi sostenermi e non portare le chicche dall’ufficio al mio cubicolo”.

reindirizzare l’attenzione

Un modo per affrontare le persone che spingono il cibo in modo malizioso o ripetuto è distogliere la loro attenzione da te e concentrarti sul loro comportamento.

Esempio: “Wow, sei davvero concentrato su ciò che mangiano le altre persone! Perché?”

cambiare argomento

Se qualcuno semplicemente non accetta un “no” come risposta, potrebbe essere il momento di cambiare conversazione e andare avanti.

Esempio: “No, non ho bisogno del gelato in questo momento, ma parlami del tuo nuovo lavoro, ti piace?”

Condividi le informazioni sulla salute con saggezza

Dire a tutti che il lattosio provoca una terribile diarrea, quindi non mangerai la salsa al formaggio non è una buona etichetta per la cena. Tuttavia, va bene far sapere alle persone se un determinato alimento influisce sulla loro salute.

Esempio: “Questi rotoli sono belli e hanno un profumo incredibile! Ma sto seguendo una dieta antinfiammatoria per aiutare la mia artrite e se mangio, le mie articolazioni si faranno male. Grazie per la comprensione!”

di’ cosa vuoi fare

Quando si tratta meno del cibo e più dell’attività intorno al cibo, far sapere alle persone che parteciperai ancora può aiutarli a smettere di spingere il cibo.

Esempio: “Ho intenzione di saltare i popcorn e la cioccolata calda, ma non vedo l’ora di coccolarmi con la famiglia e guardare Undici insieme!”

Sii fermo e ripetitivo

Alla fine della giornata, sei l’unica persona che decide cosa mangiare. Non hai alcun obbligo di dare alle persone un motivo per scegliere il cibo, né sei responsabile della gestione dei loro sentimenti. “No” è una frase completa.

Esempio: “No grazie”. Ripetere tutte le volte necessarie.

Linea di fondo

Indipendentemente dai motivi per cui rifiuti il ​​cibo, è importante che tu sia fedele a te stesso, genuino ed educato, afferma il dott. guardia. “Questo creerà il rispetto reciproco e impedirà che si trasformi in una situazione imbarazzante, perché la tua risposta viene dal cuore, così come la loro offerta”, dice.

Quindi leggi le domande sulle vacanze che solo le persone con ansia capiranno.

Leave a Reply

Your email address will not be published.