Cos’è il disaccoppiamento?  Quello che gli esperti hanno bisogno che tu sappia

Cos’è il disaccoppiamento? Quello che gli esperti hanno bisogno che tu sappia

Di tanto in tanto potresti aver avuto questa strana sensazione fuori dal corpo, ma con la dissociazione può essere grave e di lunga durata. Ecco cosa devi sapere sulle sue cause e sui trattamenti.

Cos’è il disaccoppiamento?

Sei nel bel mezzo di una riunione e il tuo capo chiede la tua opinione sulla questione in questione. C’è solo un problema: non hai assolutamente idea di quale sia l’argomento. Forse alcune brutte notizie ti hanno fatto disconnetterti dal qui e ora. Potresti anche sentirti come se stessi guardando le cose svolgersi dall’esterno del tuo corpo.

Suona familiare? Se è così, secondo la National Alliance on Mental Illness (NAMI) sei tra fino al 75% delle persone che sperimentano almeno un episodio di dissociazione nella loro vita.

Questi episodi possono accadere a chiunque in qualsiasi momento, indipendentemente dall’età, dalla razza o dall’origine. Possono essere banali e di breve durata, come perdere la cognizione del tempo e del luogo quando vengono ingranditi in un romanzo, o più seri e cronici.

“Questi episodi sono diversi dai problemi di attenzione visti con una condizione come l’ADHD”, afferma Tobechukwu Clouden, MD, uno psichiatra adulto a Red Bank, nel New Jersey. “Invece di essere solo distratto, è davvero la sensazione di aver lasciato il tuo corpo.”

(Ecco quando e come parlare di malattia mentale sul lavoro.)

Quando avviene la dissociazione?

A volte la dissociazione può verificarsi come effetto collaterale dei farmaci o come parte di una condizione sottostante, come l’epilessia o l’emicrania. Bere troppo alcol può anche innescare sentimenti di dissociazione. E il sovraccarico di stress può fare lo stesso nelle persone sane, afferma John H. Krystal, MD, professore di ricerca traslazionale e presidente del dipartimento di psichiatria presso la Yale University School of Medicine di New Haven, nel Connecticut.

“Con un certo livello di stress, le cose diventano più nitide e si opera in modo più rapido ed efficiente”, afferma il dott. Krystal, che è anche il capo della psichiatria allo Yale-New Haven Hospital. Ma “con uno stress estremo, l’attenzione si frammenta e invece di essere più coinvolti nell’azione, prendiamo le distanze da ciò che sta accadendo intorno a noi.

“La nostra capacità di elaborare le informazioni è sempre più interrotta e rallenta anziché accelerare”, aggiunge. “Tale stress estremo può verificarsi dopo un incidente d’auto o dopo aver sentito cattive notizie. Questo è comune e di solito transitorio”.

(Ecco alcuni suggerimenti per la gestione dello stress per il sollievo.)

I disturbi dissociativi più gravi e di lunga durata sono solitamente correlati a traumi fisici, sessuali o psicologici, secondo la NAMI.

Siluetta del giovane.

Tim Robbers/Getty Images

gradi di dissociazione

Ci sono intervalli di dissociazione e i relativi sintomi.

“Sognare ad occhi aperti può essere uno stato dissociativo molto lieve”, afferma il dott. nuvole. “Il tuo corpo è fisicamente lì, ma la tua mente è fuori posto e le persone hanno bisogno di riportarlo alla realtà”.

Questi episodi non sono necessariamente motivo di preoccupazione a meno che non inizino a verificarsi più spesso e interferiscano con la tua vita, Dr. dice Clouden. “Se stai divagando tutto il tempo e ciò influisce sulla scuola e sul lavoro, può diventare un problema”, dice.

I disturbi dissociativi sono molto più gravi e di lunga durata, aggiunge. “Queste persone non riescono a ricordare chi sono, dove sono e come ci sono arrivate”, dice. “Ecco dove diventa una seccatura.”

Cause del disturbo dissociativo

Sebbene fortemente legati a una storia di traumi, questi disturbi tendono ad accompagnare altre condizioni psichiatriche, come il disturbo da stress post-traumatico (PTSD) o la depressione, ha affermato il dott. dice Clouden. Solo il due per cento delle persone che hanno un episodio dissociativo svilupperà un disturbo dissociativo e le donne hanno maggiori probabilità rispetto agli uomini di esserne diagnosticato, secondo NAMI. (Questo è l’aspetto del tuo cervello con PTSD.)

“Il trauma è uno dei denominatori più comuni che vediamo tra le esperienze di dissociazione ricorrenti”, ha affermato il dott. dice Cristallo. Anche i disastri naturali e il tempo trascorso in combattimento possono innescare disturbi dissociativi.

Alcune persone hanno stati dissociativi senza storia di traumi, ha affermato il dott. dice Cristallo. “Possono essere naturalmente vulnerabili ad avere questi stati”.

Non ci sono molti studi che esaminano il cervello di persone che soffrono di disturbi dissociativi. Tuttavia, esiste un solido corpus di ricerche che esamina ciò che accade nel cervello quando le persone assumono droghe – come ketamina, polvere d’angelo e protossido di azoto o “gas esilarante” – che causano sintomi dissociativi. Quando assumono questi farmaci, “le persone sperimentano le cose che accadono intorno a loro in modo irrealistico”, afferma il dott. cristallo.

Sulla base di questi studi, “ci aspettiamo che la regolazione dell’attività corticale nel cervello sia compromessa”, dice.

La corteccia cerebrale è divisa in parti che controllano la vista, l’udito, l’olfatto e la sensazione, così come la parola, il pensiero e la memoria. “Vediamo una comunicazione compromessa dai centri superiori nella corteccia cerebrale, come il lobo temporale, con altre parti del cervello”, ha affermato il dott. dice Cristallo. Il lobo temporale ha il compito di creare e preservare la memoria.

Tipi di disturbi dissociativi

I tre principali tipi di disturbi dissociativi sono:

disturbo dissociativo dell’identità

Un tempo noto come disturbo di personalità multipla, il disturbo dissociativo dell’identità spesso segue un abuso estremo, ha affermato il dott. dice Clouden. Con questo tipo di disturbo dissociativo, emergono altre personalità per proteggerti dal ricordare un evento traumatico. Queste personalità possono avere nomi e manierismi molto diversi dai tuoi. Lacune di memoria si verificano quando un’altra personalità prende il sopravvento.

Le persone con questo disturbo hanno maggiori probabilità di tentare il suicidio o di farsi del male, osserva la NAMI.

(Inoltre, scopri i segni del disturbo borderline di personalità.)

amnesia dissociativa

Legata anche al trauma, l’amnesia dissociativa comporta la dimenticanza di pezzi della tua vita o, a volte, dell’intera autobiografia, ha affermato il dott. dice Clouden.

“Questo è il modo in cui la tua mente ti protegge dai ricordi degli abusi. Può durare alcuni giorni, alcune settimane, alcuni mesi e alcune persone non recuperano mai i loro ricordi”, dice. “Il fattore scatenante è di solito un evento traumatico appena accaduto e poi improvvisamente dimenticano completamente alcune informazioni autobiografiche”. Questo trigger può evocare ricordi di traumi passati.

Disturbo di depersonalizzazione/derealizzazione

Con questo disturbo, ti senti come se stessi guardando te stesso dall’esterno verso l’interno, afferma il dott. nuvole. “Puoi vederti come un personaggio in un film”, aggiunge. Questi sentimenti possono durare per minuti e tornare nel tempo. Tendono a svilupparsi prima quando sei nell’adolescenza, secondo NAMI.

“Le persone possono non solo avere sintomi di disturbi dissociativi, ma anche sintomi di ansia o depressione”, ha affermato il dott. dice Cristallo. “La costellazione dei sintomi è ciò che li porta a un professionista della salute mentale”.

Diagnosi dei disturbi dissociativi

Il medico escluderà qualsiasi causa fisica dei sintomi, come trauma cranico, tumori cerebrali, privazione del sonno, farmaci, effetti collaterali o intossicazione.

Se una condizione sottostante, come l’epilessia, sta causando i sintomi dissociativi, i farmaci possono aiutare a trattare le convulsioni e l’aura che le precede, ha affermato il dott. dice Cristallo. L’aura è caratterizzata da disturbi visivi e talvolta da una sensazione di separazione dal corpo.

È importante ascoltare attentamente i sintomi descritti come dissociazione, poiché possono essere confusi con le allucinazioni e le delusioni della psicosi.

Fare la differenza è importante perché i trattamenti differiscono. “Se la diagnosi è sbagliata, al paziente possono essere somministrati farmaci antipsicotici invece di farmaci ansiolitici”, dice. “E potrebbero non ricevere la stessa psicoterapia intensiva che può essere utile per il trauma”.

Trattamento dei disturbi dissociativi

La terapia verbale volta a svelare la causa principale del trauma è il trattamento di scelta per i disturbi dissociativi, ha affermato il dott. dice Clouden. Non sono disponibili farmaci per il trattamento dei disturbi dissociativi. Tuttavia, “puoi prescrivere farmaci per trattare l’ansia o la depressione associate al disturbo”, aggiunge.

Non tutti i disturbi dissociativi richiedono un trattamento, ma molti lo fanno. “Se c’è un piccolo periodo di tempo che non riesci a ricordare, ma stai andando avanti e stai vivendo la tua vita, potresti non aver bisogno di affrontarlo”, ha detto il dott. dice Clouden.

Leave a Reply

Your email address will not be published.