Ecco quanto spesso dovresti davvero lavarti i capelli

voi verità Sai quante volte i tuoi capelli hanno bisogno di essere lavati? Gli esperti dicono che tutto dipende dal tipo e dalla consistenza dei capelli.

lavare i capelli

Probabilmente non pensi molto a lavarti i capelli. Lavalo ogni giorno nello stesso modo in cui ti lavi i denti, giusto? Non così velocemente: la frequenza con cui dovresti lavarti i capelli può dipendere da alcuni fattori, come il tipo e la consistenza dei capelli, o anche quanto sei attivo. (Evita di fare questi errori sui capelli sani.)

Se non presti molta attenzione al tuo tipo di capelli e alle tue esigenze specifiche, potresti non dare ai tuoi capelli le cure di cui ha bisogno per rimanere forti e lucenti. (Scopri come avere capelli più sani e attraenti.)

Qui, i nostri esperti forniscono uno sguardo approfondito su come mantenere i capelli sani e prosperi.

Quanto spesso dovresti lavare i capelli

Secondo Catalina Drouillard, parrucchiera e proprietaria di Three Sixteen Hair Haven a Kihei, Hawaii, la frequenza con cui lavare i capelli dipende dal tipo e dalla consistenza dei capelli: che tu abbia un cuoio capelluto grasso o capelli fini, è meglio lavarli con lo shampoo. ogni giorno. Nel frattempo, i capelli spessi o asciutti possono essere lavati al meglio solo una volta alla settimana per prevenire ulteriori danni.

A giorni alterni o ogni tre giorni è generalmente sufficiente per la maggior parte dei tipi di capelli. Potresti pensare di fare un favore ai tuoi capelli lavandoli il più spesso possibile per mantenerli più puliti, ma “puoi lavarti i capelli troppo spesso e lavarli ogni giorno è troppo per la maggior parte delle persone”. . “Potresti fare lo shampoo troppo spesso se i tuoi capelli sono secchi e fragili, oppure è possibile che tu stia usando il tipo sbagliato di shampoo per i tuoi capelli”. (Hai la psoriasi del cuoio capelluto? Ecco i migliori shampoo per la psoriasi del cuoio capelluto.)

Dopo aver lavato i capelli, sii gentile con l’asciugamano, poiché i tuoi capelli diventano più deboli quando sono bagnati; strofinarlo energicamente può causare rotture. Questo può anche essere ruvido sullo strato più esterno dei tuoi capelli – la cuticola – creando l’effetto crespo, dice Drouillard. Consiglia di evitare strumenti riscaldanti come asciugacapelli il più spesso possibile e di asciugare all’aria quando possibile. Se hai bisogno di asciugare, usa sempre un prodotto per lo styling termoprotettore come Paul Mitchell Neuro Prime HeatCTRL Blowout Primer o Aveda Brilliant Damage Control.

torwai/Getty Images

Quanto dovresti insaponare?

Il detto “schiuma, risciacqua, ripeti” è stato dibattuto per decenni. È proprio necessario o è solo un espediente per farti usare lo shampoo più velocemente? Si scopre che c’è del vero in questo.

Secondo Drouillard, se non ti lavi tutti i giorni – o ti stai lavando dopo un allenamento sudato – dovresti sempre insaponare e risciacquare lo shampoo due volte dopo ogni utilizzo. (Ecco cosa possono rivelare questi consigli sulla salute dei capelli sulla tua salute generale.)

Dovresti usare il balsamo?

Dopo aver insaponato e risciacquato lo shampoo, dovresti sempre applicare un po’ di balsamo, dice Drouillard. Se non hai i capelli grassi, puoi scegliere di applicare il balsamo solo nei giorni in cui non lavi i capelli per aggiungere un po’ di idratazione alle ciocche.

“Non importa che tipo di capelli hai o la lunghezza dei tuoi capelli, tutti dovrebbero usare il balsamo quando fanno lo shampoo”, dice Drouillard. “Se avere i capelli sottili o deboli ti fa venir voglia di saltare questo passaggio, il balsamo che stai usando potrebbe essere troppo pesante per la struttura dei tuoi capelli”.

Quando massaggi il balsamo, concentrati sull’applicazione sul corpo dei capelli, specialmente vicino alle punte. Assicurati di non mettere mai il balsamo sul cuoio capelluto e risciacquare tutto il balsamo per evitare che si appesantisca sui capelli o crei accumuli sul cuoio capelluto, dice Drouillard. Usa acqua fredda per risciacquare, che aiuterà a chiudere la cuticola e promuovere capelli più lisci e lucenti.

Come scegliere uno shampoo e un balsamo

Se sei mai stato sopraffatto dalle opzioni di shampoo e balsamo sugli scaffali delle farmacie o dei saloni, non sei solo. Probabilmente sai anche che i prodotti per la cura dei capelli possono variare notevolmente di prezzo. Secondo Drouillard, di solito puoi aspettarti di ottenere quello per cui paghi nella cura dei capelli, quindi potrebbe valere la pena investire qualche soldo in più nella tua routine di cura dei capelli. I prodotti più costosi tendono ad essere realizzati con ingredienti di qualità superiore, dice.

Molte persone evitano i prodotti realizzati con conservanti noti come parabeni e agenti schiumogeni chiamati solfati; entrambi sono stati collegati a problemi di salute. La buona notizia è che puoi trovare facilmente shampoo e balsami che non li contengono in farmacia.

La scelta di uno shampoo e un balsamo dipende in gran parte dal tipo e dalla consistenza dei capelli, afferma Drouillard. Se hai i capelli tinti, secchi, danneggiati o sottili, trovare prodotti specifici con queste caratteristiche è fondamentale per mantenere le tue ciocche lucide e integre. Consiglia la gamma Paul Mitchell Clean Beauty, che è realizzata con ingredienti vegani naturali e sostenibili e offre opzioni per capelli secchi, danneggiati, crespi e normali.

(Assicurati di evitare queste abitudini che causano la caduta dei capelli.)

Se i tuoi capelli sono molto secchi, Drouillard sconsiglia l’uso di shampoo extra-forza, come i prodotti “schiarinti”, più di una volta alla settimana. In genere, inoltre, non consiglia shampoo e balsamo due in uno, soprattutto se hai il cuoio capelluto grasso. Questo perché uno shampoo condizionante aumenterà solo i livelli di umidità e olio invece di pulire le ciocche. (Ecco cosa devi sapere sullo shampoo sbiancante.)

Una parola sulla forfora o altre condizioni

La forfora può essere fisicamente irritante e semplicemente sgradevole quando compaiono delle scaglie sui vestiti. Anche se spesso si può rimediare con shampoo da banco economici come quelli di Head & Shoulders e Selsun Blue, potrebbe essere meglio consultare un dermatologo se non vedi miglioramenti.

Inoltre, se hai prurito al cuoio capelluto e squame oleose, potresti avere una condizione della pelle molto comune chiamata dermatite seborroica, sottolinea Adele D. Haimovic, MD, professore associato di dermatologia presso la New York University Langone Medical Center. La dermatite seborroica provoca un’eruzione cutanea rossa, chiazze squamose e prurito alla pelle. Con questa condizione, i dermatologi raccomandano di fare lo shampoo più spesso ed evitare prodotti che contengono solfati aggressivi, dice.

Se stai riscontrando qualsiasi tipo di irritazione del cuoio capelluto, è anche importante prestare attenzione alla tua tecnica. “L’esfoliazione aggressiva può essere dannosa, quindi assicurati di massaggiare delicatamente lo shampoo sul cuoio capelluto con la punta delle dita e non con le unghie”, ha affermato il dott. dice Haimovic.

Infine, se si verificano prurito o irritazione persistente, perdita di capelli persistente o perdita di capelli significativa, il Dr. Haimovic consiglia di consultare un dermatologo per escludere altre condizioni sottostanti o potenzialmente provare un farmaco da prescrizione.

Leave a Reply

Your email address will not be published.