Frutto del baobab: cos’è, benefici, ricette

Frutto del baobab: cos’è, benefici, ricette

Cos’è il baobab?

Potresti avere familiarità con il baobab, grazie al film d’animazione Madagascar.

Questi alberi curiosi possono essere originari di quest’isola, ma crescono anche in molte regioni del continente africano,

Il frutto del baobab cresce in lunghi baccelli verdi vellutati che pendono dai rami del baobab.

Il frutto del baobab è unico: si asciuga naturalmente sul ramo, è l’unico frutto al mondo a farlo.

Se non hai mai sentito parlare del frutto del baobab, non sei solo, perché non è facilmente reperibile nei supermercati.

Tuttavia, la polvere di baobab sta iniziando ad apparire sugli scaffali dei supermercati mentre le persone ne scoprono le proprietà medicinali e i benefici per la salute.

“Il baobab contiene molti nutrienti: fibre, antiossidanti e vitamine e minerali come vitamine B, C, ferro, potassio, magnesio e calcio”, afferma Danielle Gaffen, dietista e consulente nutrizionale registrata con sede a San Diego, in California.

Madagascar, Morondava, Baobab

Tuul & Bruno Morandi/Getty Images

Dove cresce il baobab?

Baobab, parte di genere Adansoniapossono essere associati all’isola del Madagascar così come al continente africano, ma questi “alberi della vita” – il loro soprannome, hanno anche diverse varietà che crescono in India, Ceylon, Australia e Medio Oriente.

Il frutto sta diventando sempre più popolare e la polvere viene esportata in altre regioni del mondo, anche se l’aumento della domanda potrebbe diventare un problema ambientale, poiché un albero appena piantato può impiegare 25 anni per dare i suoi frutti. Gli alberi possono vivere 1.000 anni o più.

Inoltre: gli alberi di baobab non vengono coltivati ​​nelle piantagioni: crescono allo stato selvatico o sono di proprietà della comunità.

Come lo usano le persone?

Il baccello del baobab, o frutto, è verde mentre cresce e impiega circa sei mesi prima che sia pronto per essere raccolto.

I raccoglitori possono dire quando un baccello è pronto per essere raccolto perché il colore del baccello cambia da verde a marrone.

Una volta raccolti dall’albero, i baccelli vengono screpolati e la polpa bianca viene separata dai semi, lasciando pezzi di frutta secca che vengono macinati e macinati in una polvere fine.

Ma il frutto del baobab non è l’unica parte che la gente del posto raccoglie: usano le foglie, i semi e la corteccia come rimedi tradizionali per curare una varietà di condizioni, come la malaria e la dissenteria.

Informazioni nutrizionali sul baobab

“Il baobab è una buona fonte di antiossidanti, vitamina C, calcio, potassio e fibre”, afferma Holly Klamer, dietista e consulente nutrizionale registrata nel Michigan.

Ecco i benefici nutrizionali e i valori giornalieri consigliati (DV) di due cucchiai (20 grammi) di polvere di baobab:

Calorie: 50

Proteina: 0,7 g (1 percento DV)

carboidrati 16 grammi (6 percento DV)

Grasso: 0 g

fibra: 9 g (32 percento DV)

Vitamina C: 34,6 mg (38 percento DV)

Vitamina B6: 0,483 mg (37 percento DV)

Calcio: 68,40 mg (5 percento DV)

Ferro da stiro: 1,68 mg (9 percento DV)

Magnesio: 31,60 mg (8 percento DV)

Niacina: 3,99 mg (25 percento DV)

Potassio: 438 mg (9 percento DV)

aprire il frutto del baobabjonnysek/Getty Images

Potenziali benefici per la salute del baobab

Poiché il baobab è ricco di fibre, può aiutare con la gestione del peso e mantenere stabili i livelli di zucchero nel sangue, e questi sono solo alcuni dei potenziali benefici del frutto.

Ti aiuta a sentirti più pieno più a lungo

Le fibre sono importanti per mantenere il corpo sano e sentirsi sazi dopo un pasto.

“Il baobab è ricco di fibre. Ci sono state alcune ricerche preliminari che indicano che la fibra e i polifenoli nel baobab (estratto) possono ridurre la sensazione di fame, mantenendoti sazio più a lungo”, spiega Gaffen. “Fiber vuole anche promuovere la salute dell’apparato digerente!”

Le fibre non solo aiutano a sentirsi sazi, ci sono una serie di vantaggi quando si consumano abbastanza fibre in una dieta equilibrata.

“Livelli più elevati di fibre sono collegati a un tratto digestivo sano, aiutando a prevenire la stitichezza e apportando benefici ai batteri benefici nel nostro microbioma intestinale”, spiega Gaffen.

Aiuta nel controllo della glicemia

Mantenere stabili i livelli di zucchero nel sangue è importante: picchi e cali improvvisi possono portare all’eccesso di cibo ed è un fattore di rischio per il diabete di tipo 2.

“In alcuni studi di ricerca che hanno incorporato il baobab nell’impasto del pane bianco, i partecipanti hanno sperimentato aumenti più graduali dei livelli di zucchero nel sangue rispetto al solo pane bianco”, afferma Gaffen.

“Ciò potrebbe essere dovuto ai livelli di fibra nel baobab; la fibra aiuta a prevenire grandi picchi di zucchero nel sangue.

infiammazione

Il baobab può ridurre l’infiammazione, che è stata collegata a numerose condizioni croniche come malattie cardiache, problemi digestivi e alcuni tipi di artrite.

“Esistono alcune ricerche preliminari che indicano che il baobab può aiutare a ridurre l’infiammazione (probabilmente a causa degli antiossidanti e dei polifenoli presenti in questo frutto)”, afferma Gaffen.

Finora, gli studi sono stati condotti solo sugli animali, quindi “sono necessarie ulteriori ricerche per vedere come il baobab potrebbe influenzare l’infiammazione negli esseri umani”, spiega Gaffen.

buono per la pelle

L’olio di baobab mantiene alcune promesse come idratante: “Se usato localmente sotto forma di olio, è un idratante che può levigare e idratare la pelle, oltre a ridurre l’infiammazione”, spiega Jennifer Trent, MD, dermatologo certificato in Florida.

In alcuni studi, l’olio di baobab ha contribuito ad alleviare l’acne, l’eczema e la forfora, afferma il dott. Trento.

Ma è importante sapere che sono necessarie maggiori informazioni e questo potrebbe non essere un bene per tutti, soprattutto perché l’olio può bloccare i pori e produrre punti neri o altri disturbi, ha affermato il dott. Spiega Trento.

preoccupazioni o rischi

Nel complesso, il baobab è sicuro da consumare, ma contiene antinutrienti: possono limitare o diminuire l’assorbimento di diversi nutrienti.

“Il baobab contiene acido ossalico, fitati e tannini: tutti e tre possono ridurre la capacità del corpo di assorbire determinati nutrienti”, spiega Gaffen. “Inoltre, gli acidi grassi ciclopropenoidi presenti nell’olio di baobab possono contribuire a problemi di salute”.

In generale, gli antinutrienti non sono qualcosa di cui preoccuparsi troppo.

“Per la maggior parte delle persone sane, le quantità di questi nutrienti sono così piccole che non dovrebbero essere un problema, soprattutto se la persona sta consumando una dieta sana ed equilibrata”, afferma Gaffen.

“Inoltre, alcuni di questi antinutrienti vengono ridotti durante la lavorazione”.

Il baobab non rappresenta un problema per la maggior parte delle persone, ma se stai pensando di aggiungere questo ingrediente alla tua dieta, consulta il tuo medico in anticipo.

“Se una persona ha un serio problema di salute, è incinta o sta allattando, vale la pena parlare con il proprio medico prima di consumare il baobab”, afferma Gaffen.

Come si mangia la polvere di baobab?

Poiché il frutto non è facilmente reperibile o facile da trovare, uno dei modi migliori per provare il baobab è sotto forma di polvere di baobab.

Puoi aggiungerlo a una varietà di bevande come tè, succhi di frutta o acqua per aggiungere sapore e sapore oltre ad aggiungere ulteriori nutrienti.

“La polvere di baobab può essere aggiunta all’acqua o ad altri liquidi e fornisce un sapore leggermente agrumato e dolce”, afferma Klamer.

Puoi anche spruzzarne un po’ sullo yogurt e mescolarlo. La polvere di baobab è versatile e puoi “usarla per addensare frullati e incorporarla in gelati o altri dolci”, afferma Klamer.

Ma non è solo per i frullati. “La polvere può anche essere incorporata nei prodotti da forno, come l’impasto del pane, per una spinta antiossidante in più”, spiega Gaffen.

Quindi, ecco tutto ciò che devi sapere sui benefici del frutto del drago.

Leave a Reply

Your email address will not be published.