Il cavolo cappuccio ti fa bene? Nutrienti, benefici e altro

Saresti sorpreso dai pacchetti nutrizionali di cavolo.

Per secoli, i contadini russi si sono nutriti di questo ortaggio a foglia, che aiuta a rispondere alla domanda se il cavolo fa bene. Ecco perché anche se il tuo frigorifero è pieno di altri alimenti, dovresti comunque considerare di mangiare il cavolo. È molto povero di calorie (solo 16 calorie per 1/2 tazza cotta) e ricco di fibre. Insieme, questi due attributi significano perdita di peso, che dovrebbe giovare alla glicemia. Aggiungi a ciò il fatto che il cavolo ha un indice glicemico molto basso – una misura della velocità con cui un alimento aumenta la glicemia – e hai un vincitore sano. Mangiare il cavolo cappuccio, inoltre, non significa preparare uno stufato pallido: se lo si prepara correttamente, il cavolo cappuccio non fa solo bene, può essere una delizia culinaria.

ricco di sostanze nutritive

Questo ortaggio non solo ti aiuta a perdere peso. Il cavolo (soprattutto il cavolo rosso) è anche una fonte sorprendentemente eccellente di vitamina C, che secondo alcuni esperti può ridurre il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2. Il cavolo rosso offre un altro vantaggio: è ricco di pigmenti naturali chiamati antociani, che una nuova ricerca suggerisce che potrebbero aiutano ad aumentare la produzione di insulina e ad abbassare i livelli di zucchero nel sangue.

Infine, il cavolo cappuccio viene spesso preparato con l’aceto, che può aiutare a ridurre il GL dell’intero pasto.

immagini72/Shutterstockcombattente contro il cancro

Il cavolo cappuccio contiene sulforafano, che ha potenti proprietà antitumorali. Uno studio sulle donne ha rilevato che coloro che mangiavano più cavoli e le sue cugine crocifere come broccoli e cavolini di Bruxelles avevano un rischio inferiore del 45% di cancro al seno rispetto alle donne che ne mangiavano di meno.

Il cavolo cappuccio può anche aiutare a prevenire il cancro ai polmoni. Il cavolo fermentato, noto anche come crauti, può avere livelli ancora più elevati di composti antitumorali come risultato del processo di fermentazione. Basta fare attenzione all’alto contenuto di sodio dei crauti; lavarlo prima di riscaldarlo.

non cuocere troppo

Scuocete il cavolo e ve ne pentirete quando l’odore persiste. La cottura eccessiva distrugge anche le riserve di vitamina C del cavolo, che non possono resistere al calore. Cuocere a vapore il cavolo cappuccio finché non sarà tenero, friggerlo velocemente o tritarlo crudo per insalate e insalate. I cavoli più vecchi o quelli rimasti in frigorifero per un po’ possono avere un odore più forte. Per ridurre al minimo l’odore, cuocere rapidamente il cavolo cappuccio in una pentola scoperta con meno acqua possibile. Prova ad aggiungere un cucchiaio di aceto all’acqua di cottura per ridurre ulteriormente l’odore.

Porzione perfetta: 1/2 tazza

Una porzione è 1/2 tazza di cavolo cotto (1 tazza cruda), ma considera il cielo il limite.

menù magico

  • Goditi il ​​cavolo cappuccio nell’insalata di cavolo.
  • Aggiungi il cavolo affettato o sminuzzato a zuppe e stufati.
  • Metti il ​​cavolo brasato sotto una piccola porzione di bistecca per aggiungere un tocco gourmet.
  • Soffriggere il cavolo cappuccio con le mele tritate, le noci e il vino rosso.
  • Soffriggere il cavolo cappuccio e la cipolla per servire come contorno.
  • Usa il cavolo grattugiato al posto della lattuga nei panini e negli hamburger.
  • Unire il cavolo cappuccio bollito a pezzi con panna acida magra e semi di cumino, quindi scaldare e servire come contorno.
  • Avvolgere i filetti di pesce spessi nelle foglie di cavolo e cuocere a vapore sul brodo condito.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *