Il matcha contiene caffeina?  Che cosa ti serve sapere

Il matcha contiene caffeina? Che cosa ti serve sapere

tutti amano il matcha

Le bevande ispirate all’unicorno color arcobaleno potrebbero essere di gran moda sui social media, ma quando si tratta di salute, c’è un’opzione migliore (e ancora instagrammabile): il matcha.

Sebbene le sue radici risalgano a secoli fa in Cina e Giappone, questo tipo di tè verde sta sicuramente facendo una rinascita in tutta l’America.

“Negli ultimi anni, il matcha è diventato popolare e non c’è modo di aggirarlo”, afferma Patricia Bannan, nutrizionista ed esperta di cucina sana a Los Angeles.

Secondo un rapporto di Market Watch, il mercato globale del matcha dovrebbe valere 1,97 miliardi di dollari nel 2025. Per fare un confronto, nel 2018 è stato valutato poco più di $ 1,39 miliardi.

La crescita di Matcha potrebbe avere a che fare con i suoi numerosi benefici per la salute e il fatto che i consumatori lo vedono come un solido sostituto del caffè.

E a differenza dei decenni passati, il matcha è prontamente disponibile. “Puoi trovare matcha ovunque, dai caffè ai negozi di alimentari locali, da tè matcha, latte macchiato, shot e persino dessert”, afferma Bannan.

Prendi un drink (matcha latte, chiunque?) e preparati a scoprire perché il matcha è salutare e come il suo contenuto di caffeina è paragonabile ad altre bevande.

Cos’è il tè matcha?

Il matcha può essere verde (una tonalità davvero brillante e bella), ma non è la stessa cosa del tè verde in infusione.

Si ottiene macinando le giovani foglie di tè verde in una polvere fine. Questa è la polvere di matcha che puoi acquistare. Mescolerai la polvere con acqua calda per fare questa tazza di bontà.

Il risultato è una bevanda verde terrosa con umami.

Con il tè verde tradizionale, immergi le foglie in acqua calda e le rimuovi. Ma quando bevi matcha, consumi le foglie di tè intere, insieme a tutti i loro nutrienti.

Vantaggi del matcha

È bello e delizioso e una buona alternativa al caffè con caffeina, ma quale motivo migliore per bere il matcha? Per migliorare la tua salute.

Il consumo regolare di matcha può ridurre il rischio di cancro e malattie cardiache, aiutare a controllare il peso e la glicemia e sostenere la salute del cervello, l’immunità e gli sforzi anti-invecchiamento.

Sì, i vantaggi del matcha sono all’altezza del clamore.

Il tè fornisce composti bioattivi che proteggono la salute come la clorofilla e l’aminoacido L-teanina. Inoltre, offre alcune vitamine A, C e K, ferro e fibre.

Ma i suoi antiossidanti, compresi i polifenoli e le catechine, sono il vero fiore all’occhiello della salute. Proteggeranno la tua salute e potrebbero anche prevenire le malattie croniche.

E il matcha ne è pieno. Questo perché stai bevendo le foglie, non semplicemente immergendole nell’acqua.

“Bere l’intera foglia fornisce antiossidanti e benefici per la salute a livelli più elevati rispetto ad altri super alimenti come l’acai o il goji”, afferma Vandana Sheth, dietista e autrice di La mia tavola indiana: ricette vegetariane veloci e gustose.

Anche rispetto al tè verde preparato, il matcha fornisce una quantità più concentrata di composti vegetali buoni per te.

“Il matcha è tra le bevande più ricche di antiossidanti al mondo”, afferma Robin Foroutan, RDN, portavoce dell’Academy of Nutrition and Dietetics di New York.

“Il matcha può avere fino a 137 volte più catechine per porzione rispetto ad altri tipi di tè verde”, aggiunge Bannan.

Quanta caffeina c’è nel matcha?

Per alcune persone, la caffeina nel matcha è un vantaggio, rendendolo un’alternativa al caffè nei giorni in cui si trascina. Per coloro che sono sensibili alla caffeina, può essere un aspetto negativo.

Allora come si accumula l’alcol?

“Sebbene il matcha contenga più caffeina del normale tè verde, generalmente ne contiene meno del caffè”, afferma Bannan. “Tuttavia, come con tutti i tè e caffè, a seconda di come viene preparato e di quanto è concentrato, la quantità di caffeina può variare notevolmente”.

Ecco una rapida occhiata a come il contenuto di caffeina in una tazza di matcha si confronta con altre bevande contenenti caffeina:

Bevande contenenti caffeina Infografica01

thehealthy.com

La caffeina può giovare alla tua salute

La caffeina ha benefici oltre a quell’acufene. È uno dei motivi principali per cui il matcha ha un sapore e un aroma distinti ma desiderabili.

La caffeina agisce effettivamente come un potente antiossidante nel matcha. Può anche potenzialmente aumentare le altre proprietà antiossidanti della bevanda.

Nel complesso, la caffeina è associata a potenziali effetti antinfiammatori e riduzione dello stress ossidativo, secondo uno studio del 2017 in Journal of Nutritional Science e Vitaminology.

La maggior parte degli adulti può consumare in modo sano fino a 400 milligrammi di caffeina al giorno. Ma ha un aspetto negativo.

Oltre ad essere un noto stimolante del sistema nervoso centrale (è ciò che ti fa sentire vigile), la caffeina è associata ad un aumento dell’acidità di stomaco e può interferire con l’assorbimento del calcio.

Alcune persone potrebbero dover limitare la caffeina, come quelle con malattia da reflusso gastroesofageo (GERD), disturbi del sonno o d’ansia, pressione alta, ritmo cardiaco irregolare o emicrania cronica.

Anche bambini, adolescenti e donne incinte o che allattano al seno potrebbero voler rimanere con il decaffeinato.

La caffeina nel matcha offre vantaggi extra

Fortunatamente, la caffeina nel matcha non sembra rendere le persone nervose come la caffeina nel caffè.

“Anche se il caffè può essere un po’ veloce, adoro il matcha per la sua energia calmante”, afferma Foroutan. “La L-teanina che si trova nel matcha promuove il rilascio calmante dei neurotrasmettitori, che insieme a un po’ di caffeina può aiutarti a concentrarti meglio e sentirti energizzato”.

Una recente ricerca pubblicata in Rivista di alimenti medicinali scoperto che l’amminoacido L-teanina può effettivamente migliorare l’attenzione.

Inoltre, gli effetti della caffeina del matcha “durano più a lungo perché, se combinati con la L-teanina, viene rilasciata lentamente in tutto il corpo”, afferma Sheth.

“Quando non hai quel picco e ti schianti con la caffeina, e stai avendo questo rilascio regolare, ti senti vigile ma non diventi nervoso”, dice.

Scusate, amanti del caffè. I chicchi di caffè mancano di questo amminoacido unico.

Donna che prepara matcha latte a casa

Westend61/Getty Images

Il modo in cui prepari il matcha influisce sulla tua caffeina

Fattori al di fuori del tuo controllo possono influenzare il contenuto di caffeina del matcha, inclusa l’età delle foglie (le foglie più vecchie hanno meno caffeina) e le condizioni agricole in cui sono state coltivate le foglie.

Ma hai un certo controllo su cosa succede dopo quando fai il matcha a casa.

temperatura dell’acqua

Sembra che ci sia una temperatura “Goldilocks” per l’acqua in cui battere la polvere di matcha.

Ricerca pubblicata nell’edizione 2020 di Alimenti suggerisce che il più alto potenziale antiossidante del matcha è associato a una temperatura di fermentazione di 194°F.

Uno studio a Giornale di scienza e tecnologia alimentare ha scoperto che la maggior parte della caffeina può essere estratta dal tè verde lasciato in infusione a 185°F per tre minuti.

Quindi, in termini pratici, se miri tra 175°F e 200°F, sei nella gamma vantaggiosa. Ma non andare oltre. Le catechine e la vitamina C nel matcha possono diminuire a temperature più elevate.

Un termometro per alimenti può aiutarti a misurare la temperatura dell’acqua.

Tempo di preparazione

Lasciare riposare la polvere di matcha più a lungo nell’acqua calda aumenterà (o diminuirà) il livello di caffeina? No

La caffeina è stabile, quindi una volta che hai mescolato accuratamente la polvere di matcha in acqua bollente, è pronta da bere. Non devi aspettare dopo la preparazione.

Inoltre, non è necessario ingoiare la bevanda prima che la caffeina si rompa. Non si romperà nel tempo.

In altre parole, puoi assaporare il matcha lentamente e con consapevolezza, pur continuando a ottenere tutti gli incredibili benefici della sua caffeina.

quantità di matcha

La quantità di polvere di matcha che usi fa la differenza per il contenuto di caffeina della tua bevanda. Più matcha, più caffeina.

In genere, gli appassionati di matcha usano 1 cucchiaino di polvere di matcha per una tazza di tè matcha.

Ma c’è un altro modo per preparare la bevanda: nel koicha, un denso matcha. Questa versione utilizza il doppio della quantità di polvere. Ciò significa anche che ha il doppio della caffeina (e il doppio dei benefici antiossidanti).

Puoi comprare il matcha decaffeinato?

Se vuoi ottenere i benefici del matcha (e il gusto delizioso!) ma non vuoi la caffeina, sei fortunato.

“Recentemente, alcune polveri di matcha decaffeinato sono diventate disponibili con quantità minori di caffeina”, afferma Bannan.

Alcune polveri decaffeinate da provare includono:

Puoi anche provare un’alternativa al matcha nota come sencha. Non è esattamente la stessa cosa del matcha – le foglie di tè vengono coltivate con metodi diversi – ma potrebbe offrire un’altra opzione se non puoi bere caffeina.

“La polvere di Sencha è spesso commercializzata come matcha a basso contenuto di caffeina”, afferma Foroutan. “Alcune aziende utilizzano anche un processo di decaffeinazione a base d’acqua per rimuovere ulteriormente la caffeina, che è preferibile a un processo di decaffeinazione a base chimica”.

E non dimenticare la semplice matematica. “Puoi anche usare meno polvere di matcha in qualsiasi cosa tu stia facendo per ridurre automaticamente il contenuto di caffeina”, afferma Bannan.

Puoi avere il tuo matcha e berlo anche tu

Il matcha è una scelta sana e deliziosa per tutti. (Sì, anche se la giornata inizia con una tazza di tè o caffè.)

Se sei interessato a sperimentare, prova a scambiare una tazza di Joe o del tè tradizionale con il matcha.

“Che tu stia usando il matcha per preparare un tè o aggiungerlo al tuo frullato o prodotti da forno, cerca varietà biologiche certificate per i massimi benefici per la salute”, afferma Bannan.

E prova il modo preferito di Foroutan per preparare il matcha: come matcha latte, preferibilmente freddo.

“Lo faccio con matcha cerimoniale, latte di mandorla e un po’ di sciroppo d’acero per la dolcezza”, dice Foroutan. “A volte aggiungo anche qualche goccia di acqua di rose se ho voglia di qualcosa di esotico”.

Quindi scopri il matcha nella cura della pelle.

Leave a Reply

Your email address will not be published.