Meditazione camminata: come e perché provare la meditazione camminata

Meditazione camminata: come e perché provare la meditazione camminata

La meditazione camminata è l’ideale per le persone che hanno difficoltà a rimanere ferme, i principianti della meditazione e persino gli atleti altamente decorati. Ecco perché vale la pena provare.

Il percorso di un nuotatore olimpico verso la meditazione ambulante

Conquistando le piscine del mondo alla fine degli anni ’90 e 2000, Amanda Beard stava già includendo esercizi di respirazione e tecniche di visualizzazione nel suo allenamento.

Tuttavia, non era il tipo di persona che praticava la meditazione. Non lo capiva completamente, o lo pensava come qualcosa di incompatibile con il suo “carattere ansioso e irrequieto”.

Diversi anni dopo la fine della sua carriera atletica, ha scoperto la meditazione camminata. “Mi sono messo le cuffie, ho alzato il volume della musica e sono andato a fare una passeggiata”, dice Beard.

Oggi, il sette volte medaglia olimpica pratica la meditazione mentre cammina nella natura, a casa, in aereo o mentre porta a spasso il suo cane. È una pratica quotidiana che contribuisce positivamente a ogni aspetto della sua vita, dice.

Ecco cosa devi sapere sulla meditazione camminata, incluso come farlo, i potenziali benefici e i suggerimenti degli esperti di meditazione.

Cos’è la meditazione camminata?

La meditazione camminata è una pratica di consapevolezza che combina i benefici fisici del camminare con la consapevolezza focalizzata della meditazione.

Invece di sederti a gambe incrociate, mediti sulla passeggiata. Il maestro di meditazione vietnamita Thich Nhat Hanh lo definì poeticamente come “imprimere pace, serenità e felicità sulla terra”.

Escursionista femminile godendo di una fresca escursione mattutina attraverso la nebbiosa foresta pluviale al mattino

Immagini senza titolo/Immagini Getty

Come inizio una pratica di meditazione camminata?

Non hai bisogno di attrezzature o di uno spazio designato per iniziare.

“L’idea di una meditazione camminata è quella di prestare attenzione a come si sente il tuo corpo, notando cose come il cielo, gli alberi, sintonizzandoti con tutti i tuoi sensi, il tutto con curiosità e senza giudizio”, afferma la famiglia certificata dal consiglio medico e insegnante di meditazione Rashmi Schramm, MD.

Ciò significa che puoi meditare “in movimento” in campagna, in città, nel tuo cortile e praticamente ovunque.

Una semplice meditazione camminata di 10 minuti per principianti richiede che tu inizi a camminare, osservando il tuo corpo mentre “si fonde” con il mondo che ti circonda, secondo un rapporto del 2018 in Prospettive di promozione della salute. Considera ciò che senti, annusi e vedi. Pensa a come i tuoi piedi toccano il suolo.

Dovresti cercare di immergerti completamente in queste sensazioni e non soffermarti su nessun pensiero (ma non preoccuparti se ti colpiscono la mente), un atto semplice con il potenziale per introdurre gradualmente un nuovo tipo di consapevolezza nella tua vita.

Se vuoi fare un tipo più formale di meditazione camminata, come osservare il respiro, puoi provare a inspirare lentamente attraverso le narici, secondo uno studio in Frontiere della psicologia. Quindi trattieni il respiro per, diciamo, 2 secondi ed espira lentamente attraverso la bocca per 4 secondi, oppure osserva semplicemente il modo in cui respiri mentre cammini.

Puoi anche utilizzare app come Healthy Minds Program, UCLA Mindful, Smiling Mind o Headspace. (Ecco alcune altre app di meditazione gratuite consigliate dagli esperti.)

I benefici della meditazione camminata

Il rapporto 2018 in Prospettive di promozione della salute hanno anche scoperto che la meditazione camminata può migliorare l’equilibrio, rafforzare le gambe, regolare la frequenza cardiaca, aumentare la concentrazione e la chiarezza mentale e aiutarti a combattere l’ansia, le malattie croniche e la depressione.

“I benefici di questo modo semplice e brillante di meditazione sono molti, incluso il miglioramento della memoria, dell’umore e della nostra capacità di concentrazione”, ha affermato il dott. dice Schramm. “Quando lo facciamo ripetutamente, alleniamo il cervello a concentrarsi solo su una cosa alla volta e, nel tempo, questo aumenta sia il flusso sanguigno che i cambiamenti neuronali effettivi all’interno del nostro cervello”.

Anche solo due settimane di meditazione possono migliorare l’umore, poiché gli ormoni del benessere come la dopamina e la serotonina aumentano, ha affermato il dott. dice Schramm.

(Ecco cos’è una meditazione sulla pioggia e chi dovrebbe provarla.)

Sfide di meditazione ‘in movimento’

È lecito ritenere che la meditazione camminata sia un’attività a basso rischio, ma ciò non significa praticarla incautamente.

“È meglio se lo fai in un posto dove non devi occuparti di nient’altro”, afferma Tara Stiles, esperta di yoga, movimento e benessere e fondatrice di Stråla Yoga.

Dovrebbe essere un momento per respirare, per muoverti, per osservare il tuo respiro e per notare come ti senti mentre respiri, secondo Stiles.

“Non è consigliabile farlo mentre si attraversa una strada trafficata o si prende cura di un bambino piccolo”, aggiunge.

E potresti trovare più difficile meditare in movimento se non riesci a immaginare di uscire di casa senza il tuo cellulare in mano. “Meno distrazioni, meglio è”, dice Stiles.

Sii gentile con te stesso

“La magia della meditazione è che può aiutarti a connetterti con te stesso; la meditazione non dovrebbe sembrare in un certo modo,” dice Stiles.

È un errore comune nella meditazione: le persone temono una mente errante.

“Una mente errante è del tutto normale”, dice Stiles. “Anche i meditatori a lungo termine non stanno semplicemente seduti lì senza pensare, ma quando hanno il pensiero, scelgono di tornare al respiro piuttosto che sentirsi frustrati”.

Beard consiglia di iniziare con cinque o 10 minuti di meditazione camminata e di non preoccuparsi delle distrazioni.

Tre anni dopo aver praticato la meditazione camminata quasi ogni giorno, la nuotatrice altamente decorata racconta di essere diventata più gentile con se stessa, meno critica su chi è e sulle cose che fa e più concentrata.

“E questi si sono riversati in tutti i diversi aspetti della mia vita”, dice.

Leave a Reply

Your email address will not be published.