Suggerimenti per la gestione dell’ansia e del disturbo di panico

Suggerimenti per la gestione dell’ansia e del disturbo di panico

crazystocker/shutterstock

Riconosci di non essere in pericolo.

L’ansia può manifestarsi in molti modi, come ansia generale, ansia sociale, fobie, ansia da separazione e attacchi di panico. Secondo l’Anxiety and Depression Association of America, è una normale reazione biologica – il modo in cui il corpo ci dice che qualcosa non va bene – che ci prepara ad agire rapidamente per stare fuori dai guai. Tuttavia, quando l’ansia diventa opprimente e inizia a interferire con la nostra vita quotidiana, diventa un disturbo d’ansia.

Gli attacchi di panico si verificano all’improvviso e sono sopraffatti dai sintomi fisici di battito cardiaco accelerato, nausea, tremori e polso irregolare. “È traumatico”, afferma il dott. Cassiday, “Come la sensazione che hai avuto da bambino quando qualcuno ti ha tenuto sott’acqua per molto tempo: ti senti come se stesse succedendo qualcosa di terribile”. Molte persone che subiscono un attacco di panico credono di avere un infarto o un ictus e percepiscono erroneamente di essere in pericolo imminente. “Vogliono chiedere aiuto perché sembra insolito, non ha senso e chiamano il medico o vanno al pronto soccorso”, dice Cassiday.

Con il disturbo d’ansia generalizzato (GAD), le persone sperimentano un attacco di preoccupazione e sintomi di affaticamento, irrequietezza, tensione muscolare e problemi di sonno. “Sono bloccati nello scenario peggiore e non possono lasciarlo andare: cosa succede se perdo il lavoro, e se il mio partner ha una relazione e se mio figlio ha un incidente d’auto”, dice Cassiday. Mentre i sintomi degli attacchi di panico e ansia possono essere allarmanti, la cosa più importante da capire è che non sei in pericolo, spiega. “Devi capire che è un falso allarme. Anche se pensi di impazzire, non lo sei: la maggior parte degli attacchi di panico scompare dopo due o tre minuti”. (Queste sono cose che solo le persone che vivono con l’ansia capiranno.)

Microgen/Shutterstock

Respira con calma e lentamente

Le persone che soffrono di ansia e attacchi di panico spesso avvertono dolore al petto, causato dall’iperventilazione e dalla contrazione dei muscoli del torace, spiega Cassiday. “Vanno al pronto soccorso in iperventilazione, tenendosi il petto e la pancia – sono così stretti che si dimenticano di respirare”. Sebbene l’episodio possa essere spaventoso, è importante non dire alla persona che sta vivendo l’attacco di panico di “fare un respiro profondo”, dice Cassiday. Non vuoi che iperventilino. Invece, se sei iperventilato, respira con calma. Chiudi la bocca e respira silenziosamente attraverso il naso, delicatamente e il più lentamente possibile per ripristinare i livelli di anidride carbonica: questo ti farà sentire meglio, dice Cassiday. Le persone tendono a respirare più velocemente quando sono ansiose, il che può farli sentire storditi e storditi e causare più ansia. “Se respiri a una velocità compresa tra sei e otto respiri al minuto, dice al tuo corpo che va tutto bene”. Scopri cos’altro puoi fare contro la costrizione toracica e l’ansia.

Alena-Haurylik/Shutterstock

Mantieni una dieta sana

Se stai vivendo ansia e stress, la persona media può aiutare a minimizzarlo seguendo una dieta equilibrata, afferma il dott. Sherrill. Godere di pasti sani ed equilibrati, rimanere idratati e limitare l’alcol e la caffeina sono i primi passi per alleviare l’ansia attraverso la dieta. Assicurarsi di non saltare i pasti è anche importante per prevenire un calo della glicemia, che può farti sentire nervoso e peggiorare la tua ansia. (Ecco alcuni rimedi naturali per i sintomi dell’ansia.)

Leave a Reply

Your email address will not be published.